skip to Main Content

L’IMMAGINAZIONE – l’arma più potente

L’IMMAGINAZIONE

La nostra arma più potente

Immaginiamo continuamente, tutte le volte che pensiamo a qualcosa nel futuro o creiamo uno scenario alternativo a ciò che ci succede dandogli una nostra interpretazione diversa da ciò che avviene realmente.

Guarda adesso il video



Troppe volte stiamo male per le nostre paure e preoccupazioni relative ad un evento che stiamo per vivere.

Una performance sportiva, un progetto di lavoro da presentare, una risposta da ricevere dopo un colloquio, un appuntamento importante.

Queste paure e preoccupazioni spesso sono generate non tanto dall’evento in sé, quanto dalle rappresentazioni mentali che noi facciamo in merito.

Spesso ingigantiamo le situazioni e ci facciamo film mentali spaventosi che, giustamente, ci mettono ansia.

 

FILM MENTALI SPAVENTOSI METTONO ANSIA

 

E questa non è una grande strategia, non è un modo intelligente di pensare.

 

Seppur il nostro cervello abbia delle buone intenzioni facendoci pensare così, perché vuole proteggerci e prepararci agli scenari peggiori, in realtà, noi dobbiamo direzionare la nostra mente e i pensieri verso scenari che ci fanno stare bene.

DIREZIONARE LA MENTE VERSO SCENARI CHE CI FANNO STARE BENE

Se ad esempio sai di fare un colloquio di lavoro tra una settimana, non è stando male per sette giorni che farai una grande prestazione.

Il risultato sarà solo quello di arrivare lì con un livello di paura che sarà solo aumentato, in più hai passato sette giorni d’inferno.

Diverso sarà invece se ti approccerai a questo evento con la serenità dovuta alle giuste rappresentazioni mentali.

Perché quando ti pre-occupi, ti stai letteralmente occupando prima di qualcosa che non esiste nella realtà, non è accaduta, ma esiste nella tua mente ed ha un impatto immediato e negativo su di te.

La bella notizia è che funziona anche sul positivo.

Perciò immagina ciò che vuoi far accadere e non quello che non vuoi.

 

IMMAGINA CIÒ CHE VUOI FAR ACCADERE E NON QUELLO CHE NON VUOI

 

Tutto ciò che realizziamo, lo realizziamo sempre due volte: prima nella nostra mente e poi nella realtà esterna.

Perciò scegli pensieri buoni, perché diventano la tua realtà!

 

SCEGLI PENSIERI BUONI PERCHÈ DIVENTANO LA TUA REALTÀ

Tante persone mi chiedono cosa penso durante una maratona, e come faccio a resistere a correre ad un certo ritmo costante per così tanto tempo.

Conosco la preoccupazione di chi si appresta a correre i 42km: quando arriverà il famigerato “muro” del maratoneta?

Solitamente, senza la giusta strategia mentale, chi corre inizia a fare previsioni: “Al km 32? Al 34°? Spero arrivi più avanti possibile!”

Ed è questo uno dei motivi per cui in molti accusano la fatica e mollano.

Quando mi trovo in queste fasi conclusive di gara, se pensassi così (e l’ho fatto nelle mie prime maratone) ai km ancora da fare e alla fatica di correre in questi momenti, lo accuserei di colpo questo momento topico per i maratoneti.

Ciò che faccio invece quando arriva la fatica (perché arriva prima o poi), è pensare solo a correre quel km che sto correndo e a dirmi “Respira e rilassati”.

Per me non esiste altro al mondo in quel momento se non quei metri che mi separano dal completare quel km. Una volta raggiunto questo traguardo, festeggio e mi pongo l’obiettivo successivo. E così via, fino al traguardo della maratona.

Ora voglio regalarti una delle strategie della PNL che ti aiuta ad immaginare meglio!

 

STRATEGIA PNL – 3 PUNTI DI VISTA PER IMMAGINARE

Partiamo da questa frase di W.A.Ward:

“Il pessimista si lamenta del vento. L’ottimista aspetta che cambi. Il realista regola le vele.”

 

Solitamente, in ognuno di noi, prevale maggiormente uno di questi tre approcci: pessimista, ottimista, realista.

Ma c’è una tecnica di Programmazione Neuro Linguistica, che insegno nel corso PNL Practitioner, che integra questi tre approcci per adottare dei comportamenti più efficaci.

Ed è la tecnica di Walt Disney!

Un ottimo aiuto per valutare meglio le situazioni ed i progetti futuri.

 

TECNICA DI WALT DISNEY

 

Prima, mettiti nei panni del sognatore e valuta tutte le possibilità senza elementi critici, come se tutto fosse possibile.

SOGNATORE

Poniti queste domande:

  • Se tutto fosse possibile cosa farei?
  • Perché?
  • Quali sono i vantaggi?
  • Con quali persone voglio condividere quest’idea?

 

Poi, assumi le sembianze di un critico e valuta le conseguenze che derivano dalla visione del sognatore, e gli eventuali ostacoli o difficoltà che potresti incontrare.

CRITICO

Poniti queste domande:

  • Cosa manca?
  • Perché non dovrei raggiungerlo?
  • Quali difficoltà potresti incontrare nella realizzazione del tuo progetto?

 

Infine, mettiti nella posizione del realista e trasforma il tutto in azione.

REALISTA

Poniti queste domande:

  • Quando verrà realizzato?
  • Come posso riuscirci?
  • Qual è il primo passo?
  • E quali i passi successivi?
  • Come saprò di averlo raggiunto?

 

Integrare i 3 approcci di immaginazione ti dà una visione più ampia e nuove strategie per vivere meglio la realtà e pensare meglio al futuro!

 

E tu come usi il potere della tua immaginazione?
Come sempre… Buon Allenamento Mentale!

 

Fammi sapere come va, puoi farlo scrivendo nei commenti pubblici sul gruppo Facebook, sui canali social, o scrivendoci un messaggio privato.

Scegli tu come, ma fammi sapere qualcosa.

 

Iscriviti al nostro canale YouTube per ricevere la notifica dell’uscita del prossimo video.

Ciao!

 

 

 

Partecipa anche tu al Programma di Allenamento Mentale TCWxlife

 

Segui la via del successo!

GLI ARTICOLI DEL BLOG

Back To Top

Il Mondo pone molti Ostacoli che
possono essere
Affrontati e Superati insieme
diventando Persone Migliori.
Gruppo Facebook, Canale Telegram e NewsLetter sono i Canali Riservati e Gratuiti dedicati alla Community del Coaching e della PNL.
Il nostro obiettivo è diffondere e facilitare la Crescita Personale e Professionale attraverso post, riflessioni, video ed eventi.