skip to Main Content

La sindrome del perfezionista

Ciao amici, nel video di oggi parliamo della “Sindrome del perfezionista”.

Questa colpisce tutte quelle persone che aspettano di avere tutto perfetto prima di iniziare e partire con un progetto o fare qualcosa.

Il rischio però è quello di rimandare all’infinito, visto che la perfezione, forse, non esiste.

Questo accade a chi pone maggiore attenzione alle proprie carenze, ai propri punti deboli e a tutte quelle sue parti che non sono perfette.

Se anche tu fai così, probabilmente il livello di fiducia in te stesso e di autostima gridano aiuto!

SINDROME DEL PERFEZIONISTA

Per evitare la “sindrome del perfezionista” devi accettare le tue parti da migliorare e che non sono perfette.

ACCETTA LE TUE PARTI DA MIGLIORARE

Devi abbracciare la logica del miglioramento continuo, quello che gli orientali chiamano “Kai-Zen”, sapendo che puoi sempre migliorare ma questo processo che porta a migliorarti, allo stesso tempo, deve farti anche stare bene.

 

KAIZEN: L’ARTE DEL MIGLIORAMENTO CONTINUO

Perché altrimenti fai come tante persone che magari migliorano, ma non sono mai contente e stanno male perché non raggiungono mai un livello, secondo loro, adeguato.

Ricercare la perfezione non ti permette di godere di ciò che già hai e finisci per essere scontento di te stesso e stare male.

Molte persone pensano al perfezionismo come una caratteristica positiva, ma in tanti casi può portare livelli elevati di stress. Perché purtroppo, il perfezionismo è spesso legato all’assoluta necessità di raggiungere obiettivi irragionevoli o irraggiungibili.

 

Hai un approccio tutto o niente?

TUTTO O NIENTE

Per la serie: o faccio tutto bene o non lo faccio affatto!

Oppure… Non accetti il minimo errore?

NON ACCETTARE IL MINIMO ERRORE

Se fai così, ogni volta che vedi un errore, ti arrabbi con te stesso e lo correggi prima possibile. Sei più focalizzato verso qualcosa che non va
rispetto a ciò che va bene. Pensi più ai problemi che alle soluzioni.

Insomma, la ricerca della perfezione è un fattore di vulnerabilità.

E poi, il miglioramento è più importante della perfezione!

IL MIGLIORAMENTO È PIÙ IMPORTANTE DELLA PERFEZIONE

Essere oggi una persona migliore di ieri.

Questo è il vero obiettivo!

 

Non la perfezione. Questa ti espone a due rischi.

DUE RISCHI: DELUSIONE E RIMANDITE

Il primo è la delusione, visto che la perfezione non esiste.

Il secondo è quello di rimandare sempre le cose da fare, semplicemente perché non ti sentirai mai pronto. E così benvenuta “rimandite”!

Quante volte hai inseguito la perfezione per poi rimandare o abbandonare subito dopo, nel momento in cui ti sei reso conto che perfetta non era quella cosa che avevi fatto?

Allora, inizia, testa, migliora e vai avanti!

Ma poi, la perfezione esiste?

LA PERFEZIONE ESISTE?

Beh, a questa domanda mi piace rispondere con la citazione di Salvador Dalì che diceva questo in merito: “Non temere la perfezione. Non la raggiungerai mai.”

 

 

TU COSA NE PENSI SU QUESTO TEMA?

 

Partecipa anche tu al Programma di Allenamento Mentale TCWxlife

 

Segui la via del successo!

GLI ARTICOLI DEL BLOG

Back To Top

Il Mondo pone molti Ostacoli che
possono essere
Affrontati e Superati insieme
diventando Persone Migliori.
Gruppo Facebook, Canale Telegram e NewsLetter sono i Canali Riservati e Gratuiti dedicati alla Community del Coaching e della PNL.
Il nostro obiettivo è diffondere e facilitare la Crescita Personale e Professionale attraverso post, riflessioni, video ed eventi.